Sbalzo del Vandalino

2 vie alpinistiche

Accesso

Da Pinerolo imboccare la val Pellice e proseguire fino al paese di Torre Pellice; prima di oltrepassare il ponte sull’Angrogna (semaforo), svoltare a destra e seguire la strada che costeggia il torrente, fino a circa un chilometro prima di Pra del Torno. Lasciare l’auto vicina a una teleferica, attraversare il torrente su uno stretto ponte e proeguire lungo una mulattiera; giunti ad un bivio, continuare verso sinistra fino alla borgata Làouza. Passare in mezzo alla borgata e continuare lungo un sentiero pianeggiante che si trova nel vallone. Scendere leggermente, attraversare uno sperone roccioso, poi scendere in un canale dove si trova una corda fissa che porta verso l’attacco dello Sperone Centrale. Per raggiungere la base della Parete di Embergeria e lo Spigolo dei Rododendri, anziché seguire la prima corda fissa, scendere vicino al torrente e seguire un sentiero sulla sua destra che in breve tempo porta all’attacco delle vie (corda fissa, gradini, 20 minuti dall’auto). Giunti alla base del settore scendere in fondo al ruscello e proseguire nella gola sovrastante poche centinaia di metri a monte, nel punto dove il fiume forma l’ansa verso destra di nota sulla sinistra un diedrino chiuso da enormi tetti.

Tratto da Parodi, A. (s.d.), Val Pellice. Scalate brevi a bassa quota di Roccia e Ghiaccio, Cuneo, Tipolito Ghibaudo, p. 10.

Attenzione! La località è stata inserita per ragioni di documentazione, ma oggi non è più frequentata. 

Sbalzo del Vandalino

Abbiamo trovato 2 vie in questa località.
Via Fessura del Prof. Distratto
ApritoriA. ParodiD. Michelin Salomon
ComuneAngrogna
Lunghezza35 m
Tipologiavia alpinistica
Difficoltà complessivaV
Via dei Lamponi Profumati
ApritoriG. BechaudR. Bonelli
ComuneAngrogna
Lunghezza110 m
Tipologiavia alpinistica
Difficoltà complessiva6b